TAROCCHI GRATIS AL339-2729722 CARTOMANZIA GRATIS AL339-2729722 Home » ALAIN DELON » ALAIN DELON SI RACCONTA

ALAIN DELON SI RACCONTA

TAROCCHI GRATIS NEWS

“NON HO MAI SOGNATO DI ESSERE UN ATTORE. SONO ENTRATO NELLA PROFESSIONE PER LE DONNE” – QUEL GRAN TRAPANO DI ALAIN DELON SPIATTELLA TUTTE LE SUE SCOPATE NEL SUO NUOVO LIBRO “AMOURS ET MEMOIRES” – LE LETTERE CON ROMY SCHNEIDER: “MIA BAMBOLINA. IO MI SONO INNAMORATO PERDUTAMENTE DI TE E TU TI SEI INNAMORATA DI ME” – LA SMENTITA DEL FLIRT CON BRIGITTE BARDOT: “DA 65 ANNI, ABBIAMO LE MIGLIORI RELAZIONI AMICHEVOLI CHE…”

«Non ho mai sognato di essere un attore. Sono entrato nella professione e ho continuato a recitare grazie alle donne e per le donne». Sono le parole della leggenda del cinema francese, Alain Delon, nella prefazione delle sue memorie uscite ieri per le Éditions de la Martinière, Alain Delon. Amours et mémoires. Impreziosito da foto inedite che passano in rassegna la formidabile carriera dell’attore oggi 87enne, il volume è stato curato da Denitza Bantcheva, sua stretta collaboratrice, che ha raccolto le testimonianze di alcuni giganti della settima arte francese.

Sofia Loren, Claudia Cardinale, Jane Birkin e Nathalie Baye manifestano una ad una il loro affetto per il divo dagli occhi blu, lui, rievoca le donne della sua vita, Nathalie, l’unica moglie, madre del figlio Anthony, Rosalie van Breemen, con cui ha avuto i figli Alain Jr eAnouchka, alcune delle sue conquiste, come Brigitte Auber, Mireille Darc, Michèle Cordoue, ma soprattutto lei, quella che ha amato più di tutte: Romy Schneider. È a lei che ha dedicato una lettera postuma, pubblicata nel libro, a quella ragazza austriaca che aveva solo vent’anni quando si conobbero nel lontano 1958, durante le riprese del film L’amante pura di Pierre Gaspard-Huit.

«Mia Puppelé (“bambolina” in tedesco, ndr), sei arrivata da Vienna e io ti aspettavo a Parigi, con un mazzo di fiori tra le braccia. Io mi sono innamorato perdutamente di te e tu ti sei innamorata di me», scrive Alain nella sua lettera postuma a Romy. «Spesso ci siamo fatti questa domanda sugli innamorati: chi si è innamorato per primo? Tu o io? Abbiamo contato: “Uno, due, tre!” e ci siamo detti, “Né tu né io”! Insieme… L’uomo che sono è quello che ti conosceva meglio, che ti capiva meglio».

Sei anni dopo il primo incontro, per decisione di Alain, la loro storia finì. Romy, tuttavia, come conferma questa lettera postuma, ha sempre avuto un posto speciale nel cuore dell’attore francese. Nel volume, dedicato “ai giovani e ai cinefili del futuro”, Delon scrive che «l’amore lo ha sempre portato a superarsi» e confida di aver voluto «essere il migliore, il più bello, il più forte» per le donne della sua vita.

A proposito di donne, uno spazio importante è dedicato al rapporto con Brigitte Bardot. Nel 1961, Delon recitò accanto alla bionda più bella di Francia nel film Les Amours célèbres di Michel Boisrond. All’epoca, circolavano molti rumors su un flirt durante il set tra i due simboli della bellezza made in France, tra il Samurai e BB. Ma Delon, a distanza di sessant’anni, ha voluto mettere le cose in chiaro: tra noi due è stata soltanto amicizia. «Per quanto sorprendente possa essere, tra noi due non c’è mai stato nulla. Da 65 anni, abbiamo le migliori relazioni amichevoli che possano esserci».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top