TAROCCHI GRATIS AL366-4586448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP E TELEGRAM 📧 INFO@TAROCCHIGRATIS.INFO CARTOMANZIA GRATIS AL366-4586448 Home » DAVIDE FONTANA IL KILLER DI CAROL MALTESI IN ARTE CHARLOTTE ANGIE È STATO AGGREDITO IN CARCERE » DAVIDE FONTANA IL KILLER DI CAROL MALTESI IN ARTE CHARLOTTE ANGIE È STATO AGGREDITO IN CARCERE

DAVIDE FONTANA IL KILLER DI CAROL MALTESI IN ARTE CHARLOTTE ANGIE È STATO AGGREDITO IN CARCERE

TAROCCHI GRATIS NEWS
Il killer di Carol Maltesi, Davide Fontana, è stato trasferito dal carcere di Busto Arsizio a quello di Pavia dopo essere stato aggredito nel sonno dal suo compagno di cella. Il fatto è avvenuto qualche giorno fa, ma è trapelato solo nelle scorse ore. Il bancario food-blogger 44enne è stato aggredito con una penna alla testa procurandogli delle ecchimosi. È stato lo stesso Fontana a dare l’allarme nel cuore della notte. Il 44enne è stato prima accompagnato in infermeria e medicato, successivamente è stato trasferito nel reparto di sicurezza a Pavia. Quest’ultima struttura è dotata di un’area protetta che accoglie chi ha commesso gravi delitti, tra cui quelli sessuali verso donne e minori.

Lo scorso mese di giugno il bancario era stato condannato a 30 anni di carcere dal tribunale di Busto Arsizio. I giudici avevano inflitto la condanna escludendo l’aggravante della premeditazione, dei motivi abbietti e le sevizie. L’accusa aveva chiesto l’ergastolo. La sentenza era arrivata dopo sette ore di camera di consiglio. Il delitto risale all’11 gennaio del 2022, quando con un profilo falso creato su OnlyFans, Fontana ha chiesto un filmino “custom bondage”, nel quale la vittima avrebbe dovuto essere completamente legata a un palo da lap dance, incappucciata e imbavagliata, secondo l’accusa quindi, impossibilitata a difendersi. Il 44enne l’ha quindi colpita a martellate in testa e poi sgozzata. Ha sezionato il cadavere in 18 parti, riposti in un congelatore acquistato su Amazon fino a fine marzo, quando ha tentato prima di bruciare i resti con un barbecue e alla fine li ha abbandonati nel Bresciano.

Per settimane, usando il cellulare della giovane, aveva risposto ai messaggi di parenti e amici, fingendosi lei. Secondo la Procura l’uomo ha agito per motivi legati alle scelte della donna: Carol gli aveva da poco confidato di aver deciso di trasferirsi a Verona, per stare più vicino al suo bimbo, avuto da una precedente relazione. La difesa lo ha invece escluso, chiedendo il riconoscimento delle attenuanti generiche dopo la confessione di Fontana. Durante l’udienza sono stati ridimensionati anche i risarcimenti: assegnati 180mila euro al figlio, 20mila al padre del bimbo e 100mila euro ai genitori.
CONTINUA A LEGGERE SU TAROCCHI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto