TAROCCHI GRATIS 📞+39 339 27 29 722 📞+39 366 45 86 448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP (RISPOSTA IMMEDIATA) E TELEGRAM 📧 INFO@TAROCCHIGRATIS.INFO CARTOMANZIA GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 Home » I ROLLING STONES ESCONO CON UN NUOVO ALBUM » I ROLLING STONES ESCONO CON UN NUOVO ALBUM

I ROLLING STONES ESCONO CON UN NUOVO ALBUM

TAROCCHI GRATIS 📞+39 339 27 29 722 📞+39 366 45 86 448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP (RISPOSTA IMMEDIATA) E TELEGRAM 📧 INFO@TAROCCHIGRATIS.INFO CARTOMANZIA GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 Home » I ROLLING STONES ESCONO CON UN NUOVO ALBUM » I ROLLING STONES ESCONO CON UN NUOVO ALBUM

TAROCCHI GRATIS NEWSCon il primo album di nuove canzoni dei Rolling Stones in 18 anni, la lunga attesa per vedere […]

TAROCCHI GRATIS NEWSCon il primo album di nuove canzoni dei Rolling Stones in 18 anni, la lunga attesa per vedere se la sedicente “più grande band rock’n’roll del mondo” sarà ancora in grado di farlo è quasi finita. E avendo avuto un’anteprima di Hackney Diamonds, posso riferire che gli Stones stanno tornando con il botto. A loro si unisce un cast di supporto che include Elton John, Paul McCartney, Stevie Wonder e Lady Gaga. Sicuramente hanno ancora la forza di attrazione, ma anche i loro ospiti stellari non riescono a rubare la scena a Mick Jagger, 80 anni, Keith Richards, 79, e Ronnie Wood , 76: non suonavano così energici da anni. La band ha realizzato un album di 12 brani con un nuovo produttore, il newyorkese Andrew Watt.

Uno dei punti di forza di Watt è la sua capacità di enfatizzare i loro punti di forza aggiungendo tocchi contemporanei, aiutando la band a realizzare un capolavoro di fine carriera. Anche Keith Richards viene alla ribalta man mano che l’album procede, aggiungendo il pianoforte nella ballata Driving Me Too Hard e fornendo la voce solista in Tell Me Straight. Alcune canzoni hanno un’atmosfera da live in studio. Altri hanno un moderno senso di missaggio tra voce, chitarre e batteria. Il singolo recente e la traccia di apertura, Angry, è in realtà una delle canzoni più deboli qui. Basato su quello che Richards chiama un “riff dannatamente funky”, ha un’atmosfera tipicamente Stones, nonostante l’intreccio delle chitarre di Richards e Wood, e un groove che replica l’incedere staccato di Start Me Up del 1981.

Da lì le cose prendono una piega più interessante. Con Elton al piano, anche se non particolarmente sottolineato nel missaggio, Get Close è un pezzo aspro e in stile soul che non sarebbe suonato fuori posto in Exile On Main Street del 1972. “Cammino così un milione di volte, con gli occhi bendati”, canta Jagger con il suo miglior accento ‘beffardo’. L’atmosfera diventa più calma nella ballata country Depending on you, con Jagger che alterna struggimento per un’amante perduta e la contemplazione giocosa della propria mortalità. “Dai Paul, ascoltiamo un po’ di basso”, ruggisce Mick nella traccia successiva, Bite My Head Off, e l’ex Beatle McCartney lo accontenta con un assolo di basso pesantemente distorto su un numero punk travolgente. Jagger impiega una serie di banali metafore canine (“Passerei la notte a ululare per casa tua”) per castigare una donna che secondo lui gli ha fatto del male.

L’atmosfera punk continua con Whole Wide World, un altro pezzo rock in cui Jagger guarda indietro alla sua vita prima di concludere che la festa, nonostante una litania di difficoltà, è appena iniziata. Il ritmo rallenta nuovamente in Dreamy Skies, un altro brano in stile country sul vivere lontano da “città, periferia e sobborghi”. Con Hackney Diamonds il primo album degli Stones dalla morte del batterista Charlie Watts nel 2021, la maggior parte della batteria qui è suonata da Steve Jordan, anche se Charlie è presente due volte. Il suo approccio jazz e rilassato aggiunge un tocco più tradizionale a Mess It Up, e appare di nuovo in Live By The Sword. Quest’ultimo, con Elton John questa volta più prominente al piano honky-tonk, vede anche la presenza di un altro ex Stone, Bill Wyman, al basso.

La penultima traccia costellata di stelle, Sweet Sounds Of Heaven, è un potente duetto tra Jagger e Gaga, con Stevie Wonder alle tastiere. Si apre come una ballata blues nella tradizione di Angie del 1973, e si sviluppa in un pezzo più simile a You Can’t Always Get What You Want del 1969. La band termina con un omaggio alle proprie radici nel blues con una cover di Rolling Stone Blues di Muddy Waters. Quando Jagger e Richards si incontrarono per la prima volta da adolescenti alla stazione ferroviaria di Dartford nel 1961, Mick aveva tra le mani un prezioso LP di Muddy Waters. Sessantadue anni dopo, questa affettuosa copertina chiude il cerchio della coppia più longeva del rock. Hackney Diamonds uscirà il 20 ottobre.CONTINUA A LEGGERE SU TAROCCHI GRATIS

Torna in alto